Condividi:

Il 29 maggio 2016 partirà il #cammino100torri.  Locandina (Progetto Rubium 2016)

È un cammino alla scoperta della Sardegna, delle sue ricchezze culturali, paesaggistiche e dei suoi abitanti. Un itinerario che segue tutto il periplo della Sardegna, senza mai allontanarsi dalla costa, progettato attraverso ricerche storiche, individuazione dei luoghi di pernottamento, censimento delle fontane e tracciamento gps. Tutti dati fondamentali per chi vorrà percorrere il #cammino100torri.

Un progetto articolato, in grado di unire in un unico percorso tutte le torri della Sardegna, in un

viaggio spettacolare ed emozionante, con l’obiettivo di non allontanarsi mai più di 2 km dal mare.

Il cammino è suddiviso in nove vie, da 2, 6, 8 o 15 giorni, da percorrere in solitaria o in gruppo, in funzione del proprio tempo libero. Il #cammino100torri può essere percorso anche per intero, con un viaggio che dura quarantacinque giorni. È un tragitto circolare che si snoda tra spiagge, foreste e stagni. Si può compiere in senso orario o antiorario, senza grosse differenze: a cambiare saranno soltanto i venti dominanti e la posizione del sole.

Quali le difficoltà da affrontare? I quasi 1300 chilometri da compiere a piedi, tra il caldo e la totale assenza, in alcuni tratti, di fontane da cui trarre ristoro. Una sfida impegnativa non solo a livello fisico, ma soprattutto mentale.

percorso_cammino100torriLungo il cammino si incontrano le torri costiere, che costituiscono il punto di riferimento del nostro progetto. Costruzioni che fin dal Medioevo hanno costituito il sistema difensivo, di avvistamento e di comunicazione della fascia costiera dell’isola. Le torri dominano i paesaggi più belli della costa Sarda, ora divenute fari pedestri per pellegrini e viaggiatori, di piccola o grande dimensione. Queste costruzioni fanno assaporare un’epoca oramai remota, in cui i pericoli provenienti dal mare, scandivano le giornate nei villaggi che sorgevano lungo la costa. Oltre a rappresentare anche dei punti di riferimento di carattere amministrativo e sanitario. Le torri ci accompagneranno in un viaggio unico in cui si assaporerà la storia, la cultura, oltre alle chiese e alle strutture difensive risalenti alla seconda guerra mondiale.

Ora spetta a Nicola Melis dell’associazione #cammino100torri iniziare il lungo viaggio, testarne le difficoltà, la bontà del percorso e delle strutture. Percorrerà questo viaggio per intero e lo ufficializzerà tramite la traccia GPS sul sito www.cammino100torri.com.

Cosa lo aspetta? Paesaggi ancora non antropizzati, che lasciano il posto a fantastici scorci oramai diventati veri e propri simboli della Sardegna.

L’associazione #cammino100torri ha a cuore la Sardegna, ed aderisce alla campagna di sensibilizzazione del ROTARY CLUB SASSARI NORD, che conscio della necessità di sangue, ha istituito nel 2010 il premio biennale Rubium, che il 25 giugno 2016 terrà la quarta edizione nel “Centro di Spiritualità delle Suore della Madonna del Rimedio”, in Donigala Fenughedu, alla quale partecipano in modo fattivo, l’AVIS Regionale e le AVIS Provinciali e i centri trasfusionali regionali. Visto che la partenza di Nicola Melis è prevista per il 29 maggio, egli sensibilizzerà e collaborerà con l’AVIS in questo progetto, incontrando le tanti sedi AVIS che troverà nel lungo cammino.

Camminare con i donatori e con i tanti volontari lungo il #cammino100torri… un cammino lungo un’isola…

Associazione #cammino100torri
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/camminocentotorri
BLOG: https://cammino100torri.wordpress.com
SITO: http://www.cammino100torri.com
FACEBOOK: https://www.facebook.com/CAMMINOCENTOTORRISARDEGNA
EMAIL: cammino100torri@gmail.com

 

Condividi: